Ha aperto Alimentari Point a Reggio Emilia!

E’ stato presentato sabato Alimentari Point di via Buozzi 2 F, il primo negozio reggiano e dell’Emilia Romagna, dove si possono acquistare esclusivamente prodotti al banco Km Zero e prodotti Rifiuti Zero tramite distributori alla spina e prodotti riutilizzabili. Si è scelto come zona quella del Mirabello in quanto densamente popolata. Si vuole riportare nel quartiere lo spirito originale che aveva animato la costruzione dello stesso come quello della vicina Rosta Nuova, con negozi di vicinato e servizi per migliaia di residenti in un concetto di città-quartiere dove tutto è vicini ai cittadini e quindi si riduce la necessità della mobilità. La zona comunque è dotata di parcheggi sia in via Buozzi e via Zanti (laterale di via Matteotti) Con l’apertura di questo esercizio commerciale si vuole anche scommettere sul rilancio della zona che è interessata ad un progetto di riqualificazione dell’area da parte dell’amministrazione comunale e della circoscrizione Nord Est. Abbiamo intervistato il 45enne scandianese Paolo Boni che ha aperto l’attività con la moglie Emanuela Ferrari.
Da ReggioNelWeb gli auguri perché questa attività rispettosa dell’ambiente e del locale possa decollare al meglio.
Boni perchè insieme a sua moglie avete deciso di aprire questa attività?
E’ stata un’intuizione nata un giorno mentre da bravo marito stavo portando fuori casa i sacchetti della raccolta differenziata. Guardavo quello che c’era dentro e mi sono detto: “Ma guarda quanti imballaggi e rifiuti inutili di plastica soprattutto”. E poi mi sono ricordato quando ero bambino e questi erano molto meno…
Da lì cosa è scattato?
Guardando altre esperienze in Europa e il primo negozio a filiera corta simile aperto a Capannori (Lucca) ho pensato di provare costruire anche a Reggio qualcosa dove si possano acquistare prodotti sfusi, alla spina, senza imballaggi o con imballaggi ridotto o compostabili ed a filiera corta.
Questo quando è avvenuto?
Circa un anno e mezzo fa. Da lì ho iniziato il mio percorso non certo facile perchè ad esempio non tutti producono macchinari per prodotti alla spina. Ma io e mia moglie ce l’abbiamo fatta.
Avevate esperienza nel settore?
No, abbiamo fatto tutto da soli. Mia moglie ha avuto una birreria a Scandiano e quindi aveva ancora una licenza. Io invece ho fatto nella mia vita ogni tipo di lavoro, operaio, Carabiniere, camionista.
Che prodotti si possono trovare?
Prodotti alla spina do ogni genere, quindi riducendo ed evitando pesanti imballaggi (rifiuti) tramite leggeri sacchetti di carta o contenitori/bottiglie multiuso che saranno venduti piu’ tipi di pasta (anche biologica), riso, legumi, spezie, detersivi, birra, biscotti, vino, caramelle, caffè (torrefazione in Toscana il prodotto piu’ lontano di tutto il negozio), orzo, acqua distillata.
Si sta lavorando per poter avere presto anche il distributore di latte alla spina all’interno della struttura commerciale. Possibile acquisto di vino con il vuoto a rendere con consegna e ritiro a casa e acqua minerale gassata con vuoto a rendere sempre in vetro con ritiro e consegna domiciliare. Abbiamo in vendita anche i pannolini riutilizzabili/lavabili che permettono risparmi medi di 1500 euro sull’arco di tre anni e la riduzione di 1.000 kg di rifiuti non riciclabili a bambino nello stesso arco di tempo.
Altre particolarità?
Un banco alimentari “Km Zero”. Realizzato grazie alla collaborazione anche di Coldiretti che ci ha messo in contatto con aziende del territorio reggiano. Al banco anche li prodotti a Rifiuti Zero con contenitori multiuso che acquistati una prima volta sono riutilizzabili piu’ volte. Grande attenzione all’ambiente anche nella scelta degli arredamenti del negozio. Le luci infatti saranno Led ed a risparmio energetico e tutti i fornitori sono locali.
Che risparmi possono avere i cittadini?
I risparmi medi sui prodotti alla spina variano dal 10% al 20%. Ad esempio La pasta viene venduta 0.90 centesimi al kg rispetto a 1 euro delle paste piu’ economiche nei supermercati e 1.20-1.30 al kg quelle di marca. I prodotti biologici come i succhi invece hanno prezzi buoni ma pur sempre riferiti a prodotti di qualità.
E’ il primo negozio in Emilia Romagna di questo genere. Pensate possa avere un futuro?
Se lo abbiamo aperto riteniamo sia il futuro. Ci ha fatto molto piacere la presenza all’inaugurazione sia del consigliere regionale Giovanni Favia del Movimento 5 Stelle e dei consiglieri locali Olivieri e Valeriani, così come di Maurizio Pallante, Marco Boschini e Walter Ganapini che hanno sempre portato avanti queste idee da anni.
Gli intervenuti hanno proposto che Comune e Regione incentivino anche con sconti sulle tariffe le attività economiche che puntano a ridurre i rifiuti.
Potrei sembrare interessato, ma mi sembrano di buonsenso le proposte che sia Favia che Olivieri che Pallante, Boschini e Ganapini hanno avanzato affinchè Comune e Regioni incentivino con la leva fiscale come sconti in tariffa rifiuti chi con le sue attività contribuisce a ridurre gli stessi. Ho anche gradito l’intervento di Sara Iori, dello staff del Sindaco Delrio, che pur intervenuta da libera cittadina, ha apprezzato quest’iniziativa ed espresso il suo parere affinche si cammini su questa strada per ridurre e riciclare sempre piu’ rifiuti per evitare inceneritori e far decollare una economia piu’ vicina al territorio e ai cittadini e più vicina all’ambiente.
Annunci

8 Risposte

  1. bellissimo!! innovativo!! e mi diverto pure a lavorare li!

    • Ciao è davvero molto bello!
      Sono una ragazza di Bergamo interessata ad aprire un attività di questo genere, però per me le incognite sono ancora tante, non so se è più conveniente affiliarsi con un franchising o scegliere i fornitori autonomamente; spero possiate aiutarmi e consigliarmi sulle scelte più adatte per intraprendere questo tipo di attività.
      Grazie per la disponibilità.

      • Ciao Dany, mi fa molto piacere vedere il tuo spirito di iniziativa! Ti mando una mail con tutti i contatti e ti auguro tanta fortuna!
        Ciao!
        simona

  2. è emplicemente splendido…come potervi contattare? siamo tre donne di perugia che stanno facendo delle scelte molto vicine alle vostre e ci piacerebbe molto poterci confrontare con voi… grazie di nuovo per la vostra attività

    • Ciao Maria Luisa, ho inoltrato il tuo messaggio ai gestori del negozio…. Buona fortuna!
      ciao
      simona

  3. grazie per la disponibilità….quando riusciremo nel nostro obiettivo ve lo faremo sapere!!!

  4. Sono particolarmente interessata, ma ho bisogno di
    essere illuminata su molte cose!
    Sarei dell’idea di non affiliarmi ad un franchising… ma…
    …Quali costi di partenza vanno sostenuti?
    Avrei pensato ad un piccolo negozio per 1 max 2 persone
    A chi rivolgersi per le attrezzature e quali normative occorre seguire?
    Grazie mille, un saluto
    Elena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: